Discussione:
ROMA: Cercasi cantante x band Progressive Rock
(troppo vecchio per rispondere)
XL
2012-08-23 16:30:12 UTC
Permalink
- Abbiamo 3 brani composti e arrangiati e altrettanti da arrangiare, più
tante ideuzze nel cassetto da sviluppare. Contiamo di uscire con un
album entro un anno o meno (speriamo).

- Non facciamo cover. Preferiamo suonare una cosa brutta nostra che fare
la brutta copia di qualcun altro

- Non abbiamo intenzione di suonare dal vivo se non in concomitanza con
l'eventuale uscita di un album a scopo promozionale.

- Siamo tutti ultraquarantenni

- Proviamo in un box in zona Talenti ma il grosso del lavoro
(composizione e studio) lo svolgiamo a casa scambiandoci file via internet.

- Le band di riferimento principali sono Genesis, Yes, King Crimson, UK,
con qualche "contaminazione" prog-metal.

- I nostri brani sono spesso basati su tempi dispari e/o
ritmiche/melodie/armonie complesse ed è quindi necessaria una buona
esperienza con questo tipo di "difficoltà" per poterli cantare.

Queste erano le buone notizie, quelle cattive in privato se siete
interessati :-)
The Sentinel
2012-08-23 17:30:59 UTC
Permalink
Post by XL
- Non facciamo cover. Preferiamo suonare una cosa brutta nostra che fare
la brutta copia di qualcun altro
Questa e' buona! Rende il concetto (anche se spero e credo non siate poi
cosi' male ovviamente) e andrebbe ripetuta spesso ai "tributari" e
"coveristi" vari che ammorbano la scena musicale...
Post by XL
- Non abbiamo intenzione di suonare dal vivo se non in concomitanza con
l'eventuale uscita di un album a scopo promozionale.
? cioe' intendete per adesso no, finche' non avrete un disco fuori, o che
anche dopo vorreste suonare solo nei periodi immediatamente successivi
all'uscita di ogni disco nuovo e poi di nuovo nulla per un anno o 2 o cmq
finche' non esce appunto il successivo? Se e' la seconda sinceramente
sarebbe un po' bizzarro, soprattutto se riscuoteste un certo successo, anche
locale al limite, visto che come noto e recita l'adagio, il ferro va sempre
battuto finche' e' caldo, sarebbe controproducente insomma secondo me andare
ad intermittenza sul fronte live, la gente soprattutto oggi dimentica
facilmente e presto...

--
http://boycottdadex.blogspot.com (new post soon!)

http://bullshitpulverizer.blogspot.com (new post soon!)

www.nobody.it (Il processo-farsa sul caso "Bestie di Satana")
XL
2012-08-24 22:15:20 UTC
Permalink
Post by The Sentinel
Post by XL
- Non facciamo cover. Preferiamo suonare una cosa brutta nostra che fare
la brutta copia di qualcun altro
Questa e' buona! Rende il concetto (anche se spero e credo non siate poi
cosi' male ovviamente) e andrebbe ripetuta spesso ai "tributari" e
"coveristi" vari che ammorbano la scena musicale...
Proprio a loro mi rivolgevo. Non li reggo più! Sono ovunque! :-)
Post by The Sentinel
Post by XL
- Non abbiamo intenzione di suonare dal vivo se non in concomitanza con
l'eventuale uscita di un album a scopo promozionale.
? cioe' intendete per adesso no, finche' non avrete un disco fuori, o che
anche dopo vorreste suonare solo nei periodi immediatamente successivi
all'uscita di ogni disco nuovo e poi di nuovo nulla per un anno o 2 o cmq
finche' non esce appunto il successivo? Se e' la seconda sinceramente
sarebbe un po' bizzarro, soprattutto se riscuoteste un certo successo, anche
locale al limite, visto che come noto e recita l'adagio, il ferro va sempre
battuto finche' e' caldo, sarebbe controproducente insomma secondo me andare
ad intermittenza sul fronte live, la gente soprattutto oggi dimentica
facilmente e presto...
Itendo dire che abbiamo una certa età e di ammazzarci di fatica per
andare ad arricchire i tenutari dei locali che ti ricambiano, quando
sono in vena, con pochi spicci e si aspettano che gli dica anche grazie
non ne ho (abbiamo) più tanta voglia. Quando lo sforzo di chi suona live
sarà valutato adeguatamente ne riparleremo.

Mi sembra il caso di citare qui di seguito una cosa letta su FaceBook in
proposito. Nel frattempo ti saluto e ti ringrazio per aver risposto! :-)


-----------------
Non si applica solo alla musica ma a tante altre cose del mondo:

FATE GIRARE, per tutti quei gestori di locali che tentano di speculare
sugli artisti, ecco cosa ha risposto un nostro collega ad una loro
richiesta:

CLUB/RISTORANTE/BAR: Ciao! Stiamo organizzando una serata nel nostro
locale! stiamo cercando musicisti che vengano a suonare gratuitamente
potendo così farsi conoscere, vendere i propri dischi, e, se la serata
funziona, in futuro avere altri appuntamenti! Fammi sapere se ti
interessa! CIAO

RISPOSTA: Ciao! Anche io sto organizzando un evento, in pratica con una
trentina di amici e conoscenti nel mio giardino ci sarà una giornata
dedicata all'intrattenimento enogastronomico! ti interesserebbe in
maniera promozionale venire a cucinare per noi, portando tu il mangiare
e da bere, in modo da farti conoscere e avere la possibilità di portare
il tuo lavoro in giro? in futuro se l'evento funziona ci potrebbero
essere altre giornate simili! Fammi sapere se ti interessa! CIAO

-----------------
The Sentinel
2012-08-25 00:21:36 UTC
Permalink
Itendo dire che abbiamo una certa età e di ammazzarci di fatica per andare
ad arricchire i tenutari dei locali che ti ricambiano, quando sono in
vena, con pochi spicci e si aspettano che gli dica anche grazie non ne ho
(abbiamo) più tanta voglia. Quando lo sforzo di chi suona live sarà
valutato adeguatamente ne riparleremo.
Capito, pero' insomma, c'e' da dire anche che chiunque sia all'inizio come
gruppo non so quanto farebbe davvero "arricchire" il locale, cioe' insomma
quanta gente ha che va proprio perche' suona tizio o caio che apprezza ecc.,
ma il principio e' giusto, ovvio, la paga ci deve essere sempre poco o tanto
che sia, perche' non sono le band che puntano una pistola alla testa dei
gestori o organizzatori vari per suonare, sono loro che li chiamano di
solito, e quindi se mi chiami significa automaticamente che per te sono
almeno decente e degno di animarti con la musica live il locale e i clienti
abituali o dietro a noi che siano, clienti che ovviamente, chi piu' chi
meno, consuma, beve ecc.

Poi al limite dopo la prima volta, se proprio uno vede che una band non ha
ancora nessun seguito in pratica e quindi non gli ha portato una sola
persona o quasi in piu' di quelli che ci sono di solito nel locale, puo'
dire "ok, per adesso magari aspettiamo un po' a fare una seconda data,
cercate di farvi conoscere in giro con canzoni incise, con internet ecc. e
poi vediamo eventualmente"...ma la prima volta se hai chiamato tu devi
onorare per bene l'impegno...
Mi sembra il caso di citare qui di seguito una cosa letta su FaceBook in
proposito. Nel frattempo ti saluto e ti ringrazio per aver risposto! :-)
sisi, l'avevo postata anch'io su altro ng che frequento (quello metal), e ho
visto anche questa su FB (dove non sono iscritto ma le pagine son quasi
tutte pubbliche di band ecc.) che molti stanno postando dicendo che
l'avrebbe detta un tizio di una band italiana, ma non e' cosi', l'originale
e' uno scambio di mail estero realmente avvenuta credo, in cui appunto uno
con un ristorante cercava un solista (tipo piano-bar quindi, penso) per
accompagnare le serate, e uno dei musicisti a cui l'aveva evidentemente
spedita ha risposto in maniera geniale (nella versione italiana il tipo fa
perdere questa caratteristica, tra l'altro), perche' ha semplicemente
lasciato del tutto identica la forma ed espressioni del mittente, cambiando
solo le parti e i nomi relativi al diverso ruolo e oggetto appunto del
proprio mestiere (o hobby piu' o meno regolare che sia, per il musicista, ma
non cambia nulla), e infatti rende molto di piu' secondo me, eccolo
l'originale che ho visto io:

http://tinyurl.com/ce5njnh

Ma un articolo davvero completo e interessante di tempo fa che mi capito' di
scoprire sempre perche' riportato da alcune band che seguo sulle loro pagine
FB (visto che non leggo di solito questo sito sinceramente), e' questo qui,
anche se magari esagera un po' riguardo certe stime delle spese delle band
per strumentazione ecc., o meglio al di la' che possano essere vere per
molti che vogliono avere roba assai professionale magari valendo molto anche
come musicisti, il fatto e' che quello e' un aspetto che non andrebbe tirato
dentro come se dovesse venire ripagato ogni sera o tot sere dai locali dove
uno suona, senno' in effetti anche il locale potrebbe dire che ha tante
spese ecc.ecc. C'erano anche una marea di commenti, molti dei quali miei,
anche e soprattutto in risposta a tutti quelli che, interessati o meno,
difendevano i tributi e le cover band, o certi ragionamenti assurdi di
gestori appunto di locali, ma ora sono stati tolti vedo, boh, e al posto di
quelli normali inseribili li' dal sito, hanno inglobato quelli da
FB...mah...tutto sta diventando ormai FB-dipendente:

http://www.rockon.it/opinioni/caro-gestore-di-locale-con-musica-dal-vivo

--
http://realindependentreviews.blogspot.it (new reviews very soon!)

http://boycottdadex.blogspot.com (new post soon!)

http://bullshitpulverizer.blogspot.com (new post soon!)


www.nobody.it (Il processo-farsa sul caso "Bestie di Satana")
XL
2012-08-25 06:39:41 UTC
Permalink
Post by The Sentinel
Itendo dire che abbiamo una certa et� e di ammazzarci di fatica per andare
ad arricchire i tenutari dei locali che ti ricambiano, quando sono in
vena, con pochi spicci e si aspettano che gli dica anche grazie non ne ho
(abbiamo) pi� tanta voglia. Quando lo sforzo di chi suona live sar�
valutato adeguatamente ne riparleremo.
Capito, pero' insomma, c'e' da dire anche che chiunque sia all'inizio come
gruppo non so quanto farebbe davvero "arricchire" il locale, cioe' insomma
quanta gente ha che va proprio perche' suona tizio o caio che apprezza ecc.,
ma il principio e' giusto, ovvio, la paga ci deve essere sempre poco o tanto
che sia, perche' non sono le band che puntano una pistola alla testa dei
gestori o organizzatori vari per suonare, sono loro che li chiamano di
solito, e quindi se mi chiami significa automaticamente che per te sono
almeno decente e degno di animarti con la musica live il locale e i clienti
abituali o dietro a noi che siano, clienti che ovviamente, chi piu' chi
meno, consuma, beve ecc.
Beh, ti faccio un esempio: qualche anno fa, con la mia vecchia band,
andammo in un locale per "parlamentare". Era un giovedì (avremmo dovuto
suonare il giovedì successivo) e nel locale c'erano 3 (dicesi TRE!)
clienti. Ci accordammo per un compenso di 50000 lire a testa (si,
c'erano ancora le lire).
Il giovedì successivo ci caricammo strumenti e tutti i bagagli (diversi
metri cubi e quintali di roba) e andammo a suonare in questo locale. La
dotazione del locale era un mixer a 8 ingressi e due casse tipo stereo
di casa, pure bruttine... più che un impianto audio era un citofono
(neanche si attrezzano adeguatamente 'sti maledetti).

Quella sera il locale staccò più di 100 nuove tessere da 5000 lire
ciascuna, persone che avevamo portato noi, fatto certo sia perché le
conoscevamo quasi tutte ma anche perché comprovato anche dalla
situazione della settimana precedente.

Suonammo, tutto bene. ALLA FINE della serata (non prima di suonare ma
DOPO, bastardo), quando andammo a prendere il compenso, il gestore ci
disse che non poteva pagarci l'intero compenso. Ci diede 30000 e ci
disse che ci avrebbe voluto di nuovo per il giovedì successivo (quindi
non era una questione di "qualità"). Discutemmo un po' ma poi ingoiammo
il rospo.
Il giovedì successivo per punirlo di non aver rispettato i patti non
rispettammo il nostro e non ci presentammo per la serata senza avvisare
(come non aveva avvisato lui) lasciandolo a far suonare dischi.
Post by The Sentinel
Poi al limite dopo la prima volta, se proprio uno vede che una band non ha
ancora nessun seguito in pratica e quindi non gli ha portato una sola
persona o quasi in piu' di quelli che ci sono di solito nel locale, puo'
dire "ok, per adesso magari aspettiamo un po' a fare una seconda data,
cercate di farvi conoscere in giro con canzoni incise, con internet ecc. e
poi vediamo eventualmente"...ma la prima volta se hai chiamato tu devi
onorare per bene l'impegno...
Onorare l'impegno non serve come dimostra il racconto qui sopra. Non
esiste onore in certe categorie.
Post by The Sentinel
http://tinyurl.com/ce5njnh
L'originale mi mancava! Grazie!
Post by The Sentinel
Ma un articolo davvero completo e interessante di tempo fa che mi capito' di
scoprire sempre perche' riportato da alcune band che seguo sulle loro pagine
FB (visto che non leggo di solito questo sito sinceramente), e' questo qui,
anche se magari esagera un po' riguardo certe stime delle spese delle band
per strumentazione ecc., o meglio al di la' che possano essere vere per
molti che vogliono avere roba assai professionale magari valendo molto anche
come musicisti, il fatto e' che quello e' un aspetto che non andrebbe tirato
dentro come se dovesse venire ripagato ogni sera o tot sere dai locali dove
uno suona, senno' in effetti anche il locale potrebbe dire che ha tante
spese ecc.ecc.
Beh, sta a noi musicisti e al pubblico far cambiare lo stato delle cose.
Fino a che ci saranno persone disposte ad andare a suonare gratis
(magari la centesima coverband di Ligabue, Vasco, dei Beatles, dei Bee
Gees, del Genesis, degli Yes, dei Pink Floyd...) e finché il pubblico
continuerà ad accontentarsi di ascoltare per la centesima volta una
brutta copia del disco che può sentire comodamente a casa sua e sarà
intellettualmente pigro non volendosi sforzare di ascoltare musica nuova
(è più facile canticchiare un motivetto già conosciuto che valutarne uno
nuovo) non ci sarà possibilità di miglioramento.

Io però in questo sistema non voglio entrarci. Suono per hobby e quello
che faccio deve piacere principalmente a me (e ai miei "colleghi"
ovviamente). Se poi piace anche al pubblico (purtroppo molto ristretto
nel Progressive) sono felicissimo ma non sono disposto a prostituirmi
per nutrire la speranza che il mio prodotto piaccia a una persona in
più. Lavorare sodo si, essere schiavo di un gestore di locale no.

Ecco perché vogliamo suonare live soltanto a scopo promozionale. Così
sono io a sfruttare il "tenutario" e non viceversa. Devo vendere il cd?
Vado a suonare live. In quel caso il mio "tornaconto" (sei fortunato se
rientri delle spese) ce l'ho con la vendita, non certo con l'unica birra
con cui ti pagano nei locali :-)

Grazie per la chiacchierata e buon week-end!!!
The Sentinel
2012-08-25 08:19:24 UTC
Permalink
dotazione del locale era un mixer a 8 ingressi e due casse tipo stereo di
casa, pure bruttine... più che un impianto audio era un citofono (neanche
si attrezzano adeguatamente 'sti maledetti).
Tipico di chi magari non fa normalmente musica live, o fa cose acustiche,
quasi di sottofondo dove non serve tanto volume o particolari attrezzature
ecc., anzi, molti a volte non hanno nemmeno il mixer ne' le casse e deve
noleggiarle la band o le band che suonano, e in quel caso spero che il
compenso sia ben maggiore e comprenda appunto anche il dover coprire i costi
del noleggio di quella roba, senno' e' una perdita di sicuro in quel caso
per le band...
Quella sera il locale staccò più di 100 nuove tessere da 5000 lire
ah, era un club allora, quelli affiliati ai vari acsi o arci ecc. a seconda
dei posti...
ciascuna, persone che avevamo portato noi, fatto certo sia perché le
conoscevamo quasi tutte ma anche perché comprovato anche dalla situazione
della settimana precedente.
certo ma io mica dicevo che voi non conoscete nessuno e non vi segue
nessuno, non vi conosco ovviamente, era un discorso e considerazione
generale...
Suonammo, tutto bene. ALLA FINE della serata (non prima di suonare ma
DOPO, bastardo), quando andammo a prendere il compenso, il gestore ci
disse che non poteva pagarci l'intero compenso. Ci diede 30000 e ci disse
che ci avrebbe voluto di nuovo per il giovedì successivo (quindi non era
una questione di "qualità").
anche perche' certi gestori per non dire tutti, a meno che il locale non sia
davvero specificatamente e normalmente utilizzato per live e quindi magari
anche lo staff e' appassionato, di musica in realta' capiscono zero e non
potrebbero certo fare appunti particolari o riconoscere una band brava da
una di musicisti scarsi, a meno che non siano davvero orribili e facciano
stecche e stonature continue o roba del genere...
Discutemmo un po' ma poi ingoiammo il rospo.
Il giovedì successivo per punirlo di non aver rispettato i patti non
rispettammo il nostro e non ci presentammo per la serata senza avvisare
(come non aveva avvisato lui) lasciandolo a far suonare dischi.
eheheh...beh sicuramente vi siete tolti una soddisfazione ma magari se
quella seconda sera vi voleva pagare bene o addirittura richiamare altre
volte, ve lo siete giocato per sempre, o no? Se poi avevate capito che in
realta' era un cialtrone e vi avrebbe pagato sempre meno o non richiamato
piu', allora ok, avete fatto benissimo di sicuro...
L'originale mi mancava! Grazie!
di nulla, figurati, ammesso sia davvero quello l'originale, cioe' quelle
mail li' mostrate, e non siano in realta' state gia' copiate e messe in
quella forma da altre citazioni o chissa' cosa, questo non so, ma non
credo...cmq la sostanza e' quella che conta e e' uguale in tutte...
Beh, sta a noi musicisti e al pubblico far cambiare lo stato delle cose.
Fino a che ci saranno persone disposte ad andare a suonare gratis (magari
la centesima coverband di Ligabue, Vasco, dei Beatles, dei Bee Gees, del
Genesis, degli Yes, dei Pink Floyd...)
sarebbe gia' qualcosa, come segnale di inversione di rotta, che fossero i
tributi e cover band a dover suonare gratis sempre o quasi perche' i gestori
non sono disposti a pagare gente che ha semplicemente imparato (piu' o meno
bene che sia) e si fa bella con pezzi di altri, spesso capolavori o cmq
pezzi amatissimi dal relativo pubblico o da quello generico e con cui quindi
"vinci facile". Invece purtroppo e' il contrario! Quelli spesso li pagano
cifre incredibili rispetto alle band inedite piu' o meno emergenti, per il
solito discorso che purtroppo, e qui entra l'ignoranza e mancanza di
curiosita' di molti appassionati o pseudo tali, richiamano piu' gente nei
pub e locali dove suonano...e' il mondo alla rovescia insomma...
e finché il pubblico continuerà ad accontentarsi di ascoltare per la
centesima volta una brutta copia del disco che può sentire comodamente a
casa sua
o anche andare ancora a vedere quando capita e si puo' la band originale
dal vivo, visto che molti tributi in giro sono a gruppi ancora
tranquillamente in attivita' costante e passano spesso anche nel nostro
Paese...
e sarà intellettualmente pigro non volendosi sforzare di ascoltare musica
nuova (è più facile canticchiare un motivetto già conosciuto che valutarne
uno nuovo) non ci sarà possibilità di miglioramento.
esatto...
Io però in questo sistema non voglio entrarci. Suono per hobby e quello
che faccio deve piacere principalmente a me (e ai miei "colleghi"
ovviamente).
ovviamente, ma anche chi fa tributi ama chiaramente alla follia (o forse una
minoranza lo fara' anche per puro tornaconto davvero, anche se non e' un fan
del gruppo coverizzato o cmq non lo ama particolarmente) quello che
suona...ma il punto e' che in quel caso suoni roba altrui, che hanno scritto
altri e tu la rifai e basta, sei un esecutore che non dimostra alcuna idea
propria...
Ecco perché vogliamo suonare live soltanto a scopo promozionale. Così sono
io a sfruttare il "tenutario" e non viceversa. Devo vendere il cd? Vado a
suonare live. In quel caso il mio "tornaconto" (sei fortunato se rientri
delle spese) ce l'ho con la vendita, non certo con l'unica birra con cui
ti pagano nei locali :-)
diciamo che per fortuna ci sono delle eccezioni in ogni posto, locali o
anche pub ma seri, che fanno regolarmente musica live, sono attrezzati e
spesso anche competenti, appassionati per primi, e alcuni di questi e' piu'
facile che diano spazio anche a proposte nuove, a band con brani propri, a
festival o mini-festival a tema (tipo una sera metal, una hard rock, una
prog ecc.), bisogna cercare bene, ognuno nella sua zona prima di tutto,
informarsi, magari creare anche con altre band dei "pacchetti" per offrirsi
insieme e in modo che ognuno porta il suo pubblico e quindi e' piu' facile
riempire i locali e impressionare favorevolmente quei gestori piu' o meno
onesti ecc.
Grazie per la chiacchierata e buon week-end!!!
altrettanto!

--
http://realindependentreviews.blogspot.it (new reviews very soon!)

http://boycottdadex.blogspot.com (new post soon!)

http://bullshitpulverizer.blogspot.com (new post soon!)


www.nobody.it (Il processo-farsa sul caso "Bestie di Satana")
XL
2012-08-26 08:00:20 UTC
Permalink
Post by The Sentinel
dotazione del locale era un mixer a 8 ingressi e due casse tipo stereo di
casa, pure bruttine... pi� che un impianto audio era un citofono (neanche
si attrezzano adeguatamente 'sti maledetti).
Tipico di chi magari non fa normalmente musica live, o fa cose acustiche,
quasi di sottofondo dove non serve tanto volume o particolari attrezzature
ecc., anzi, molti a volte non hanno nemmeno il mixer ne' le casse e deve
noleggiarle la band o le band che suonano, e in quel caso spero che il
compenso sia ben maggiore e comprenda appunto anche il dover coprire i costi
del noleggio di quella roba, senno' e' una perdita di sicuro in quel caso
per le band...
La soluzione è semplice... basta non andarci... :-)
Post by The Sentinel
Quella sera il locale stacc� pi� di 100 nuove tessere da 5000 lire
ah, era un club allora, quelli affiliati ai vari acsi o arci ecc. a seconda
dei posti...
Oppure semplicemente affiliati "paraculi" per pagare meno tasse come
"circolo culturale".
Post by The Sentinel
ciascuna, persone che avevamo portato noi, fatto certo sia perch� le
conoscevamo quasi tutte ma anche perch� comprovato anche dalla situazione
della settimana precedente.
certo ma io mica dicevo che voi non conoscete nessuno e non vi segue
nessuno, non vi conosco ovviamente, era un discorso e considerazione
generale...
Non ho pensato che tu lo pensassi. Era solo un esempio "vissuto" per
dire che il numero di persone che porti non aiuta l'onorabilità dei gestori.
Post by The Sentinel
Suonammo, tutto bene. ALLA FINE della serata (non prima di suonare ma
DOPO, bastardo), quando andammo a prendere il compenso, il gestore ci
disse che non poteva pagarci l'intero compenso. Ci diede 30000 e ci disse
che ci avrebbe voluto di nuovo per il gioved� successivo (quindi non era
una questione di "qualit�").
anche perche' certi gestori per non dire tutti, a meno che il locale non sia
davvero specificatamente e normalmente utilizzato per live e quindi magari
anche lo staff e' appassionato, di musica in realta' capiscono zero e non
potrebbero certo fare appunti particolari o riconoscere una band brava da
una di musicisti scarsi, a meno che non siano davvero orribili e facciano
stecche e stonature continue o roba del genere...
Vero. Ma il fatto di aver venduto 100 e più tessere sono in grado di
valutarlo, anche coloro che al massimo riescono a comprendere Minghi e
Mietta.
Post by The Sentinel
Discutemmo un po' ma poi ingoiammo il rospo.
Il gioved� successivo per punirlo di non aver rispettato i patti non
rispettammo il nostro e non ci presentammo per la serata senza avvisare
(come non aveva avvisato lui) lasciandolo a far suonare dischi.
eheheh...beh sicuramente vi siete tolti una soddisfazione ma magari se
quella seconda sera vi voleva pagare bene o addirittura richiamare altre
volte, ve lo siete giocato per sempre, o no? Se poi avevate capito che in
realta' era un cialtrone e vi avrebbe pagato sempre meno o non richiamato
piu', allora ok, avete fatto benissimo di sicuro...
Il vantaggio di non doverci mangiare con la musica (purtroppo o per
fortuna non è il mio lavoro) mi permette di scegliere tra la
genuflessione e la possibilità di sfanculare i disonesti.
Post by The Sentinel
Beh, sta a noi musicisti e al pubblico far cambiare lo stato delle cose.
Fino a che ci saranno persone disposte ad andare a suonare gratis (magari
la centesima coverband di Ligabue, Vasco, dei Beatles, dei Bee Gees, del
Genesis, degli Yes, dei Pink Floyd...)
sarebbe gia' qualcosa, come segnale di inversione di rotta, che fossero i
tributi e cover band a dover suonare gratis sempre o quasi perche' i gestori
non sono disposti a pagare gente che ha semplicemente imparato (piu' o meno
bene che sia) e si fa bella con pezzi di altri, spesso capolavori o cmq
pezzi amatissimi dal relativo pubblico o da quello generico e con cui quindi
"vinci facile".
Pur non amando le cover band non sono convinto che la "vincita" sia
facilissima. Spesso imparare una parte fatta da qualcun altro è più
difficile del crearne una propria. Magari lo facessero le cover band,
magari almeno riarrangiassero i brani fornendone una versione propria,
almeno susciterebbero un minimo di curiosità in me!
Anni fa ascoltai una cover band in un riarrangiamento bellissimo di
"Time after time", cominciava mooooolto soft e poi, più o meno a metà
brano, sorprendeva con un "jungle" serratissimo.
Beh, quelli almeno ci avevano lavorato su e ci avevano messo del loro! :-)
Post by The Sentinel
Invece purtroppo e' il contrario! Quelli spesso li pagano
cifre incredibili rispetto alle band inedite piu' o meno emergenti, per il
solito discorso che purtroppo, e qui entra l'ignoranza e mancanza di
curiosita' di molti appassionati o pseudo tali, richiamano piu' gente nei
pub e locali dove suonano...e' il mondo alla rovescia insomma...
Anche le band "edite" nel mondo del Prog subiscono lo stesso trattamento
e vengono pagate (e richieste) molto meno rispetto agli scopiazzatori,
te lo garantisco.
Post by The Sentinel
e finch� il pubblico continuer� ad accontentarsi di ascoltare per la
centesima volta una brutta copia del disco che pu� sentire comodamente a
casa sua
o anche andare ancora a vedere quando capita e si puo' la band originale
dal vivo, visto che molti tributi in giro sono a gruppi ancora
tranquillamente in attivita' costante e passano spesso anche nel nostro
Paese...
Vero. Peggio ancora!
Post by The Sentinel
e sar� intellettualmente pigro non volendosi sforzare di ascoltare musica
nuova (� pi� facile canticchiare un motivetto gi� conosciuto che valutarne
uno nuovo) non ci sar� possibilit� di miglioramento.
esatto...
Io per� in questo sistema non voglio entrarci. Suono per hobby e quello
che faccio deve piacere principalmente a me (e ai miei "colleghi"
ovviamente).
ovviamente, ma anche chi fa tributi ama chiaramente alla follia (o forse una
minoranza lo fara' anche per puro tornaconto davvero, anche se non e' un fan
del gruppo coverizzato o cmq non lo ama particolarmente) quello che
suona...ma il punto e' che in quel caso suoni roba altrui, che hanno scritto
altri e tu la rifai e basta, sei un esecutore che non dimostra alcuna idea
propria...
Quello che suonano è in realtà una riproduzione di quello che ha creato
qualcun altro e quindi in realtà amano qualcun altro e si gloriano di
saper copiare. E' un po' come un falso d'autore; anche quando l'autore
falsario è bravo a copiare si apprezza la copia in quanto fedele
riproduzione dell'apprezzato originale. Ma non si può avere in casa un
originale della Gioconda mentre si può avere in casa un originale di
"The dark side of the moon" e quindi non ha senso andare ad ascoltare
una copia.
Post by The Sentinel
Ecco perch� vogliamo suonare live soltanto a scopo promozionale. Cos� sono
io a sfruttare il "tenutario" e non viceversa. Devo vendere il cd? Vado a
suonare live. In quel caso il mio "tornaconto" (sei fortunato se rientri
delle spese) ce l'ho con la vendita, non certo con l'unica birra con cui
ti pagano nei locali :-)
diciamo che per fortuna ci sono delle eccezioni in ogni posto, locali o
anche pub ma seri, che fanno regolarmente musica live, sono attrezzati e
spesso anche competenti, appassionati per primi,
e alcuni di questi e' piu'
facile che diano spazio anche a proposte nuove, a band con brani propri, a
festival o mini-festival a tema (tipo una sera metal, una hard rock, una
prog ecc.), bisogna cercare bene, ognuno nella sua zona prima di tutto,
informarsi, magari creare anche con altre band dei "pacchetti" per offrirsi
insieme e in modo che ognuno porta il suo pubblico e quindi e' piu' facile
riempire i locali e impressionare favorevolmente quei gestori piu' o meno
onesti ecc.
A Roma si contano sulla punta delle dita di mezza mano i locali decenti
(un paio in tutto, forse). Per esempio Guido Bellachioma è una persona
da ringraziare perché, almeno qui, porta ancora della buona musica live.

Ciaociao!
The Sentinel
2012-08-27 00:27:52 UTC
Permalink
Post by XL
La soluzione è semplice... basta non andarci... :-)
Ovvio...
Post by XL
Oppure semplicemente affiliati "paraculi" per pagare meno tasse come
"circolo culturale".
chiaro, ma quello tutti lo fanno per quel motivo eh, e poi magari non tutti
rispettano tra l'altro le regole che dovrebbero avere come altro lato della
medaglia e per non fare concorrenza sleale ai normali locali pubblici senza
tessera...
Post by XL
Vero. Ma il fatto di aver venduto 100 e più tessere sono in grado di
valutarlo, anche coloro che al massimo riescono a comprendere Minghi e
Mietta.
quello si, infatti e' scandaloso il suo atteggiamento nonostante quel "boom"
improvviso di quella sera...ma non tutti avrebbero fatto cosi', e' che
spesso non succede la cosa, anche, ripeto, perche' loro non fanno nessuna
pubblicita' e si aspettano che la faccia solo il gruppo. Per fare una buona
presentazione e pubblicita' di una band tra l'altro dovresti informarti un
minimo su cosa suona, sentire personalmente i pezzi se li hanno disponibili
incisi in qualche modo, o chiedere direttamente al gruppo come vorrebbero
essere presentati sull'eventuale locandina o su un loro sito/pagina, magari
quali gruppi di influenza per dare un'idea al pubblico e soprattutto agli
appassionati che se ne intendono un minimo ecc., ma figuriamoci,
fantascienza...anzi, paradossalmente spesso fanno piu' pubblicita' in
occasione delle serate con tributi e cover band varie, dando informazioni
piu' dettagliate quando in quel caso e' assai inutile, basterebbe dire "sono
tributo a tizio", quando non si capisse gia' in maniera immediata dal
nome/logo o eventuale immagine del gruppo...
Post by XL
Il vantaggio di non doverci mangiare con la musica (purtroppo o per
fortuna non è il mio lavoro) mi permette di scegliere tra la genuflessione
e la possibilità di sfanculare i disonesti.
si ok, ma anche li' era solo un'ipotesi per fare un attimo l'avvocato del
diavolo, o meglio concedere una seppur remota possibilita' che il tipo
potesse non essere proprio "irrecuperabile"...
Post by XL
Pur non amando le cover band non sono convinto che la "vincita" sia
facilissima.
beh oggi meno, perche' sono davvero troppe, ovunque e moltissime alle stesse
band anche in zone non distanti, quindi col bacino degli stessi locali e
pubblico, ma cmq purtroppo molte di loro, quelle magari piu' rodate, che si
sono fatte un seguito negli anni, che fanno anche uno spettacolo magari
visivo piu' o meno simile agli originali, i locali medio-piccoli o pub li
riempiono sempre...
Post by XL
Spesso imparare una parte fatta da qualcun altro è più difficile del
crearne una propria.
no dai, se sei uno strumentista a livello almeno discreto/buono o cmq
analogo al livello tecnico degli originali, non credo sia tanto difficile
anche imparare pezzi piu' o meno articolati alla perfezione e in ogni
sfumatura (poi chiaro che suono proprio identico e soprattutto tocco e
"feeling" quello ognuno credo mantenga il suo, difficile imitare davvero al
100% un altro, chiunque sia, anche meno bravo di te magari per certi versi),
lo dimostrano anche tante tribute band che ho visto piu' o meno per caso
anni fa, erano giovanissimi (alcuni sui 20 anni) e facevano in maniera
eccellente i Dream Theater, quindi non proprio i Green Day o la canzone del
sole ecc.

Creare roba propria ovviamente e' difficile per definizione, soprattutto se
non hai nessuna o pochissima personalita' e idee e visto che oggi e' davvero
stato fatto tutto e in ogni maniera e risvolto possibile. Ma per fortuna
molti giovani o meno riescono ancora a fare cose che pur inseribili in
generi e stili gia' codificati da anni o anche decenni, non danno la
costante (i migliori proprio mai) sensazione di deja-vu, il sentire melodie,
riff, stacchi ecc. che di colpo colleghi a cose che conosci gia', e insomma
non sono definibili (anche se purtroppo ci sono anche quel tipo di band)
delle tribute o cover band sotto mentite spoglie, non dichiarate insomma, ma
nella sostanza tali, sono invece gruppi che possono dire davvero di fare
brani "propri"...io ne conosco abbastanza, recenti o meno recenti...
Post by XL
Magari lo facessero le cover band, magari almeno riarrangiassero i brani
fornendone una versione propria, almeno susciterebbero un minimo di
curiosità in me!
infatti sarebbe il significato originale di "cover", rifare un brano di
altri ma secondo la tua personalita' e stile, che quindi devi avere pero',
che tu abbia scritto anche pezzi propri o no (ma credo sia piu' facile se
uno si trova nel primo caso, come dimostrano sempre i grandi gruppi quando
fanno per sfizio una cover di qualche collega: se tu non conoscessi
l'originale la scambieresti senza troppi problemi o dubbi per un pezzo
loro).
Dopo invece si e' diffuso di piu', avendo forse piu' successo e richieste
dai locali e purtroppo anche dal pubblico, il concetto di "tribute band"
appunto, che e' quello non solo di fare esclusivamente cover e niente brani
propri, ma addirittura di dedicarsi completamente ad una sola band, cercando
di replicare ovviamente il piu' fedelmente possibile la sua musica, visto
che la gente, questi pseudo-appassionati, chiedono quello...
Post by XL
Anni fa ascoltai una cover band in un riarrangiamento bellissimo di "Time
after time", cominciava mooooolto soft e poi, più o meno a metà brano,
sorprendeva con un "jungle" serratissimo.
Beh, quelli almeno ci avevano lavorato su e ci avevano messo del loro! :-)
scusa l'ignoranza ma ora non mi viene il gruppo (se non ricordo male verso
fine scaletta del secondo disco degli italiani Labyrinth ce n'e' una con
quel titolo, ma dubito sia quella che dici te, e poi ce ne saranno un
casino) e non ho presente quindi l'originale, cmq ho capito il concetto.

Beh, allora senti questo gruppo che rifa' pezzi storici hard rock e metal in
salsa "lounge-jazz-caraibica" ahahahahah...li ho sentiti anche dal vivo una
volta (forse l'unica che hanno suonato, ad oggi) e conosco un pochino un
componente (uno dei toscani presenti in line-up e tra i
fondatori/tuttofare/arrangiatori del gruppo), credo sia una cosa davvero
senza precedenti o quasi, totalmente stravolte chiaramente:

http://www.myspace.com/combodelamuerte

http://it-it.facebook.com/pages/Combo-de-la-Muerte/30713553498
Post by XL
Anche le band "edite" nel mondo del Prog subiscono lo stesso trattamento e
vengono pagate (e richieste) molto meno rispetto agli scopiazzatori, te lo
garantisco.
dici quelle che hanno gia' dischi all'attivo, magari pure sotto etichette
piu' o meno professionali ecc.? Beh non ne dubito, non e' un discorso di
genere, la cosa e' trasversale purtroppo...
Post by XL
Quello che suonano è in realtà una riproduzione di quello che ha creato
qualcun altro e quindi in realtà amano qualcun altro e si gloriano di
saper copiare.
si, intendevo questo, amano alla follia la roba con cui magari sono
cresciuti o che considerano (spesso a ragione, per carita', ma non e' una
scusa per non tentare di creare roba personale) ancora insuperabile e quindi
tantovale non provare nemmeno...ma e' ridicolo, in fondo gia' dopo i primi
'70 allora tutti i giovani musicisti e band avrebbero potuto, usando lo
stesso approccio, smettere, non comporre nulla di proprio (visto che oggi
noi lo conosciamo quello che e' venuto dopo e sappiamo che sono stati spesso
capolavori assoluti anche quelli, ma al tempo non c'era ancora) dicendosi
"dai ragazzi, come possiamo pensare di superare gruppi/dischi come "In
Rock", "Machine Head", "Burn", "Paranoid", "Rising" ecc.ecc.
Semplicemente hanno preso influenze e spunto da quelli per creare stili e
musica quasi completamente diversa, quindi davvero "nuova", creando nuovi
generi "figli" di quell'hard rock, come l'heavy metal e poi le ulteriori
diramazioni dello stesso nel corso degli anni '80 e fino ai primissimi '90
(ma qualcosa di abbastanza originale o almeno molto personale e' nato anche
dopo), come power, speed, thrash, death, prog metal ecc.

Ripeto, chiaro che una volta era piu' facile farlo, creare roba nuova,
originale o almeno molto fresca, perche' c'erano anche molte strade ancora
inesplorate e chi aveva talento e idee le percorreva, ma anche se oggi e'
stato detto e fatto di tutto non e' una scusa ripeto per non provarci, come
fanno molti e per fortuna alcuni anche con un certo successo tra gli
appassionati...
Post by XL
E' un po' come un falso d'autore; anche quando l'autore falsario è bravo a
copiare si apprezza la copia in quanto fedele riproduzione dell'apprezzato
originale. Ma non si può avere in casa un originale della Gioconda mentre
si può avere in casa un originale di "The dark side of the moon" e quindi
non ha senso andare ad ascoltare una copia.
infatti, e' per quello che non tiene la replica che fanno a volte molti
"tributari" del "ma scusate, allora le orchestre e direttori classici, non
compongono quasi mai nulla di proprio rifacendo sempre le solite cose (che
poi sono migliaia e migliaia e centinaia di autori, mentre i tributi alla
fine girano per vari motivi sempre sulla solita manciata di nomi - ndr) di
secoli fa, e nessuno le critica per questo o dice che sarebbero
inutili"...gia', peccato appunto che in quel caso non potremmo sentirle
piu', visto che sia l'autore-direttore che i vari musicisti delle orchestre
del tempo che li poterono suonare "in diretta" sono ovviamente morti (anzi,
nessuno ormai potrebbe dire nemmeno piu' come effettivamente suonassero al
tempo in realta', quanto si attenessero o meno perfettamente allo spartito
ecc., insomma svanisce un po' anche il concetto preciso e univoco di
"versione originale", perche' non ci sono testimonianze del periodo tranne
gli spartiti, quindi la "teoria", non la vera e propria resa sonora).
Quindi in quel mondo se le orchestre moderne non le avessero cominciate non
solo a suonare live (interpretandole ognuna e in ogni occasione in maniera
piu' o meno diversa a seconda del direttore e dell'orchestra stessa), ma
anche spesso ad inciderle sui supporti nel frattempo nati per registrare e
riascoltare musica in ambiente domestico (o pubblico che sia), le
generazioni successive non le avrebbero mai potute sentire, non sarebbero
mai arrivate fino a noi, se non in forma di spartiti piu' o meno completi,
dettagliati o conservati bene o male...
Post by XL
A Roma si contano sulla punta delle dita di mezza mano i locali decenti
(un paio in tutto, forse). Per esempio Guido Bellachioma è una persona da
ringraziare perché, almeno qui, porta ancora della buona musica live.
non centinaia ovviamente nemmeno dalle mie parti o in Toscana in genere, ma
qualcuno c'e'. Chiaro che quasi tutti fanno serate di vario tipo e ospitano
vari generi, non intendo che ci sia pieno di locali che sono allo stesso
tempo seri e competenti e dedicati specificatamente e costantemente solo ai
campi che apprezzo io per esempio (metal, hard rock, principalmente), questo
no, anche quelli piu' alternativi (tipo lo storico Siddharta, purtroppo ora
chiuso) hanno sempre fatto magari un sabato concerto metal/hard e dintorni e
dopo dj-set a tema -in una delle due salette, nell'altra sempre fisso
rockoteca generica- e quello dopo dark e affini e dj-set a tema nella stessa
saletta, quindi cose e mondi anche assai distanti come appassionati e tutto,
ma sempre definibili in effetti alternativi rispetto alla classica disco, e
ci son passati anche nomi di livello e ogni tanto anche emergenti e
underground vari -intendo oltre a tutte le posizioni in spalla ai suddetti
nomi medio-grossi, proprio serate tutte dedicate a band locali e/o
underground cmq- essendo durato 10 e passa anni.

Ora ce ne sono altri vari, ma ripeto, fanno di tutto quasi tutti per andare
avanti, anche serate con solo dj-set a volte, niente live insomma. Ma
l'unica e' tenerli d'occhio tutti quelli che si riescono a scovare in Rete o
nella realta', sia che uno suoni e voglia proporsi, sia che si tratti di un
appassionato che ascolta e basta, vedere le serate interessanti che ci sono
(per fortuna da noi a volte ultimamente ce ne sono di belle anche in
contemporanea e uno deve scegliere, sempre meglio di quando non c'e' nulla
che interessa per settimane magari!) e andare o se appunto si riesce a
ottenere una serata per suonarci.

--
http://realindependentreviews.blogspot.it (new reviews very soon!)

http://boycottdadex.blogspot.com (new post soon!)

http://bullshitpulverizer.blogspot.com (new post soon!)


www.nobody.it (Il processo-farsa sul caso "Bestie di Satana")

[ b a z ]
2012-08-26 10:27:53 UTC
Permalink
Post by XL
-----------------
FATE GIRARE, per tutti quei gestori di locali che tentano di speculare sugli
CLUB/RISTORANTE/BAR: Ciao! Stiamo organizzando una serata nel nostro locale!
stiamo cercando musicisti che vengano a suonare gratuitamente potendo così
farsi conoscere, vendere i propri dischi, e, se la serata funziona, in futuro
avere altri appuntamenti! Fammi sapere se ti interessa! CIAO
RISPOSTA: Ciao! Anche io sto organizzando un evento, in pratica con una
trentina di amici e conoscenti nel mio giardino ci sarà una giornata dedicata
all'intrattenimento enogastronomico! ti interesserebbe in maniera
promozionale venire a cucinare per noi, portando tu il mangiare e da bere, in
modo da farti conoscere e avere la possibilità di portare il tuo lavoro in
giro? in futuro se l'evento funziona ci potrebbero essere altre giornate
simili! Fammi sapere se ti interessa! CIAO
-----------------
quoto alla grane, purtroppo
--
[ b a z ]
"Scettico io? Ne dubito!"
" La coerenza è l'ultimo rifugio delle persone prive di immaginazione"
- socio MSTC - Responsabile Gruppi Antanati Gomito/Piede
- Mister Vistracàonpetto
Continua a leggere su narkive:
Loading...